Il caso Vettel-Hamilton esploso dopo il Gran Premio dell’Azerbaijan a Baku lo scorso 25 giugno, si può dire finalmente chiuso. Sebastian Vettel si è assunto le proprie responsabilità, relative alla ruotata inferta ai danni del pilota Lewis Hamilton al 19esimo giro del gran premio, e ha chiesto scusa alla Fia.

Questo il comunicato emesso dalla Fia a seguito delle lunghe ore di riunione tra Vettel, Jean Todt e Maurizio Arrivabene: “Vettel ha fatto le sue più sincere scuse alla Fia e a tutta la famiglia del motorsport per l’accaduto e si è impegnato a dedicare il proprio tempo personale nei prossimi 12 mesi ad attività educative attraverso vari eventi e campionati della Fia, incluso la F2 Formula 3, campionato europeo e Formula 4”.

Un comunicato che sicuramente danneggia l’immagine del pilota della Ferrari ma che resta assolutamente innocuo da un punto di vista sportivo e di gara. Vettel potrà tranquillamente partecipare al via del Gran Premio d’Austria in programma nel prossimo weekend, dal 7 al 9 luglio, ma con 10 secondi di stop-and-go, in base alle decisioni prese dai commissari di gara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi