Francia: votata legge contro negazionismo genocidio armeno. I Turchi reagiscono

0
107
recep-tayyip-erdoan

È stata approvata dal Parlamento francese la legge che punisce il negazionismo del genocidio armeno del 1915-1917, riconosciuto dalla Francia nel 2001. Il provvedimento, però, ha messo a dura prova, complicandoli, i già difficili rapporti tra Francia e Turchi.
Il ministro degli Esteri francese, Alain Juppé, cerca di attenuare il clima teso tra i due paesi definendo il testo inopportuno: “Quello che sta accadendo in Francia non è diretto contro la Turchia. Noi rispettiamo la Turchia e il popolo turco. Tendiamo la mano per aprire una discussione ed auspico che la Turchia non reagisca in modo esagerato a ciò che accade in Francia”.

Recep Tayyip Erdogan, il primo ministro turco, ha annunciato che saranno emesse delle sanzioni graduali nei cofronti della Francia e critica gli “sviluppi razzisti” del provvedimento. E aggiunge che “la legge francese ha messo i valori europei sotto i piedi e per la Turchia non esiste”.

Intanto, il presidente francese ha 15 giorni per la promulgazione della legge, anche se, secondo alcuni senatori dell’opposizione, questa potrebbe essere considerata incostituzionale.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"