L’Agenzia delle Entrate, dopo il blitz della settimana scorsa avvenuto a Cortina d’Ampezzo, e dopo Portofino, Chiavari e Santa Margherita Ligure cerca altri evasori. Questa volta i controlli sono stati fatti ad Abano Terme (Padova), con una operazione gestita dalla Guardia di Finanza.

I  I finanzieri hanno controllato i nominativi di tutti i clienti che nell’ultimo periodo hanno soggiornato ed usufruito dei servizi degli hotel a cinque stelle, soprattutto di quelli specializzati nelle terapie con fanghi e acque curative, con spese superiori a 2000 euro.

 Il fisco dunque continua, con il supporto del premier Mario Monti, la sua battaglia contro l’evasione nonostante le polemiche, di chi appoggia i “furbetti”, provenienti soprattutto dal Popolo della Libertà e dalla Lega Nord che hanno etichettato la caccia all’evasore come «dimostrazione mediatica e strumento illiberale».

 Nel 2011 sono stati recuperati dall’evasione fiscale 11 miliardi di euro e l’obbiettivo per il 2012 è di arrivare a 13 miliardi. Però ancora ci sarà molto lavoro da fare in quanto l’evasione totale in Italia ammoneterebbe a 120 mld.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi