Beidou, il “GPS cinese”, è operativo

0
32
1 thumb1

 

Il nuovissimo sistema di posizionamento cinese, Beidou, è ora operativo.

Da una parte è stato creato per far concorrenza a GPS, Glonass e Galileo, ma al contempo è stato sviluppato per integrarsi ed essere compatibile con questi sistemi di posizionamento più vecchi.

Copertura – Allo stato attuale Beidou è un sistema costituito da 10 satelliti che stazionano solo sul sud-est asiatico e che quindi limitano il suo utilizzo alla sola Cina. Ma già è previsto che entro la fine del 2012 si riuscirà a coprire buona parte del Pacifico asiatico e che entro il 2020 verranno lanciati e resi operativi altri 20 satelliti in modo da riuscire a coprire tutto il pianeta.

I servizi – I servizi offerti dal gps cinese sono quelli di localizzazione e di messaggistica SMS. Per ora la sua precisione non è ottimale, difatti l’accuratezza (tanto più alta quanto più i satelliti sono ampiamente distribuiti nel cielo) è di circa 25 metri, ma già per l’anno prossimo aumenterà a 10 metri. Nei primi anni di funzionamento il sistema sarà liberamente utilizzabile senza alcuna criptazione, ma forse in seguito potrebbero cambiare le cose.

Gli Usa ovviamente non vedono di buon occhio tutta la questione e già si sono messi al lavoro per potenziare GPS in modo da mantenere sempre un certo vantaggio sugli avversari.

realtime diff_gps