Napoli multato perchè Gargano e Cavani avevano i figli a bordocampo

0
87

Il pallone è rotondo, ma le regole che gli girano intorno non quadrano affatto: sembrerebbe assurdo, ma anche stavolta il Giudice Sportivo, Giampaolo Tosel, non si smentisce. La Ssc Napoli è stata multata per la somma di 3mila euro perchè i suoi due tesserati, Gargano e Cavani, si sono intrattenuti con i rispettivi figlioletti a bordocampo, ritardando di quattro minuti il fischio d’inizio della partita.

La situazione, dettagliatamente descritta dal quarto uomo Romeo, è stata sottoposta allo sguardo attento di Tosel, che, senza pensarci su due volte, ha disposto immediatamente l’erogazione delle sanzioni.

Le multe, in realtà, sono due: la prima scatta per il motivo sopra elencato, l’altra, invece, perchè l’arbitro veronese ha ritenuto opportuno segnalare la presenza, apparentemente impropria, di un dipendente della società a bordocampo.