Finale Coppa Italia, per i biglietti servirà la tessera del tifoso

0
63

I tifosi azzurri non sono più nella pelle: quindici anni dopo l’ultima finale (persa contro il Vicenza di Guidolin), il popolo partenopeo parte a caccia dei biglietti per la gara in programma domenica 20 maggio all’Olimpico di Roma. Spinti dal fervore agonistico suscitato dalla rivalità storica con la Juventus, i supporter cercano disperatamente informazioni circa le modalità d’acquisto dei tagliandi.

Secondo quanto riportato dall’edizione odierna di Tutto Sport, è previsto nel pomeriggio un primo incontro per definire alcune questioni: in primis si parlerà della vendita dei biglietti e successivamente verrà trattato il tema della sicurezza pubblica. A tal proposito dal Casms (organo sulla sicurezza nella manifestazioni sportive) fanno sapere che “servirà la Tessera del tifoso. Per chi ne è sprovvisto sarà un problema in quanto il numero dei biglietti destinati al Napoli è inferiore rispetto al numero dei tifosi azzurri che hanno la tessera. Non si conosce ancora la divisione dei biglietti, ma in linea generale i ticket saranno divisi tra le due squadre, destinando un 10% alla Lega“.

La data dell’emissione potrebbe non essere tanto prossima: lo scorso anno, in occasione della finale del 29 maggio, vinta dall’Inter sul Palermo, i ticket furono commercializzati solo qualche giorno prima (18 maggio).

AGGIORNAMENTO – Il Corriere dello Sport rilancia: pare che il numero di tagliandi disposti per la società partenopea siano circa 31 mila (lo stesso per la Juventus). La Lega ne avrà in gestione circa 10 mila. 

VENDITA – Contrariamente a quanto si pensasse, la commercializzazione potrebbe avvenire già a partire dal 2 aprile (con prelazione per alcuni giorni ai titolari della tessera del tifoso). I ticket potranno essere acquistati anche on line.

PREZZI – I costi sono leggermente superiori rispetto a quelli dell’anno scorso. Si parte da un minimo di 30 ad un massimo di 130 euro, a seconda del settore scelto. Gli incassi, stimati intorno ai 3 mln di euro, verranno suddivisi tra le due società.