Pozzuoli che si muove 2

0
80
pozzuoli_ke_si_muove_comune-480x120

E’ stata una piacevolissima mattinata di sport quella che si è svolta questa domenica a Monteruscello, dove alle 7.30 si è iniziato a movimentare l’apparente calma di Via Verga e delle strade limitrofe, che di lì a poco sarebbero diventate il palcoscenico della Seconda Edizione della gara podistica regionale “Pozzuoli che si muove”, organizzata dall’Associazione Sportiva Dilettantistica Borgo Flegreo.

Alle 8.30 ormai si entrava nel vivo della fase pre-gara, tra streching e riscaldamento, vita la partenza prevista alle ore 9.00: 10 km di gara, da affrontare su un percorso che prevedeva un giro unico, con un accattivante rettilineo finale che portava all’arco gonfiabile d’arrivo, dopo aver affrontato numerosi saliscendi, qualcuno anche di rilevante pendenza, il tutto incorniciato da una temperatura piuttosto calda ed umida.

Circa 200 gli atleti iscritti alla manifestazione, oltre 15 società campane rappresentate, partiti dopo la preghiera ufficiata da padre Leone, parroco della chiesa di Santa Maria degli Angeli, snodatisi con le loro canotte colorate in giro per le strade di Monteruscello, scortati dall’organizzazione, dalla Croce Rossa e dallo splendido lavoro di tutela e sorveglianza del percorso operato dalla Polizia Municipale e dalla Protezione Civile “Le Aquile”.logo-borgo-flegreo

Sul piano agonistico, la gara ha visto da subito la partenza all’attacco del gruppetto degli atleti favoriti, che hanno animato assieme i primi chilometri; giunti a metà gara la situazione parziale vedeva in testa il terzetto composto da Ismail Adim (Fiamme Argento), Morad El Mourid (Cava Picentini Costa D’Amalfi) e Domenico Ivano Felaco (Atletica Marano), seguiti da Hamid Khadiri (Fiamme Argento), Gennaro Ciambriello (Atletica Qualiano) e, l’atleta di casa, Ivan Intignano (Borgo Flegreo) staccati e ad inseguire.

Passavano i chilometri e le posizioni di classifica andavano a delinearsi, ma bisognava attendere ben oltre i 30 minuti per poterne avere cognizione dalla zona d’arrivo, ovvero fino all’apparizione della figura del primo atleta a portarsi sul rettilineo finale e conseguentemente sul traguardo per andare ad aggiudicarsi la vittoria di questa edizione. Vittoria che veniva meritata da Ismail Adim che, tra gli applausi dei presenti, concludeva la sua prova in 31’50”, davanti a Morad El Mourid 32’08” e, a completare il podio, Domenico Ivano Felaco in 32’36”; alle loro spalle, con un discreto margine, giungevano in ordine Hamid Khadiri (33’53”), Gennaro Ciambriello (36’13”) e Ivan Intignano (36’44”). Classifica più netta in campo femminile, dove trionfava sul traguardo Anna Senatore (Cava Picentini Costa D’Amalfi) in 44’51”, seguita dall’atleta puteolana Maria Goretti Lucignano (Borgo Flegreo) in 47’13” e Vincenza Colantoni (Stufe di Nerone) in 47’52”, seguita poi dalle sue compagne di squadra Letizia Martignetti in 48’09” e Ida Custodero in 52’00” e Rosa Capuan (Team Raffaele Illiano) in 53’07”.

Pozzuoli che si muove 2Dopo il ricco e prolungato buffet/pasta party organizzato in zona arrivo, si procedeva con le premiazioni finali che hanno visto premiati sul palco i primi 6 arrivati delle gare maschile e femminile e le prime sei società classificate con la vittoria dell’Atletica Giugliano, senza dimenticare i premi consegnati agli arrivati dal 6° al 30° posto ed a tutte le donne, cui è stata inoltre donata una rosa rossa data la concomitanza con la festa della mamma.

A fine mattinata la stanchezza era sul volto di tutti, sia per chi aveva corso in gara, sia per chi lo aveva fatto per renderla possibile, in particolar modo il presidente dell’ASD Borgo Flegreo che, stremato dalle energie profuse, ha partecipato alle premiazioni ormai senza voce ed il tecnico della società, Antonino Castellano, felice e orgoglioso di questa manifestazione che è giovane ed ha tanti margini di crescita e miglioramento.

Appuntamento al 2012 per la terza edizione della “Pozzuoli che si muove”.