Obama: le assicurazioni devono pagare la pillola

0
66
261166ed3503335d19cf50ee5a864219

 


L’amministrazione Obama ha risposto fermamente alla richiesta della chiesa cattolica di ottenere delle eccezioni per le assicurazioni offerte ai dipendenti degli ospedali cattolici, dei college e delle organizzazioni di beneficenza. A chiederlo erano stati i maggiori leader della chiesa che si erano rivolti direttamente al presidente Obama. Ma la risposta è stata, ribadendo il concetto già espresso più volte, che i piani di copertura assicurativa devono coprire la contraccezione per le donne senza ulteriori costi, e che ciò deve valere per tutti. Comunque però l’amministrazione concedera’ ancora un anno di tempo alle organizzazioni affiliate alla chiesa per mettersi in regola, il che significa che la copertura non avra’ inizio fino a dopo le elezioni 2012.

 

La riforma sanitaria avviata nel 2010 prevede che gli assicuratori coprano ”i servizi sanitari preventivi” e che non possano chiedere ulteriori fondi a questo scopo. La nuova norma di Obama interpreta questa affermazione e richiede la copertura assicurativa per tutti i metodi contraccettivi approvati dalla Food and Drug Administration, fra i quali la pillola del giorno dopo.