L’etna si risveglia, pochi disagi, grande spettacolo.

0
45
etnaVulcanoEruzione

 

L’etna ritorna in attività con una fase parossistica cioè di massima intensità, l’attività iniziata alle 23 di ieri 5 agosto.

L’eruzione ha fatto sì che ci siano state delle emissioni di cenere, ricadute su alcuni centri della provincia come Milo, Zafferana Ente e Giarre. La lava si è diretta verso la Valle del Bove.

Gli inconvenienti sono stati alquanto contenuti: è stato bloccato l’aereoporto di Fontanarossa nella notte con ripresa delle attività nella mattinata. Solo cinque voli sono stati cancellati.

Gli Aereoporti vicini non hanno registrato alcun danno.