Sindacato polizia: “Vien voglia di lanciare lacrimogeni a Palazzo Madama e Montecitorio”

0
23
coisp

“Viene voglia di venire sotto Palazzo Madama e Montecitorio e spararvici all’interno i nuovi lacrimogeni in dotazione”.Sono queste le parole del Coisp, il Coordinamento per l’indipendenza sindacale della polizia, uno dei sindacati delle forze dell’ordine, che conta circa settemila iscritti
Nel comunicato la Segreteria Nazionale scrive al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e al Ministro dell’Interno Roberto Maroni lamentandosi duramente dei prezzi dei ristoranti di Montecitorio e Palazzo Madama. Infatti, in quei luoghi i parlamentari possono comprare un pranzo con poco più di tre euro. Un primo e un secondo. Ad esempio, lamelle di spigola con radicchio e mandorle a tre euro e 34 centesimi o risotto con rombo e fiori di zucca alla stessa cifra.

Il Coisp scrive che questo è l’ennesimo vergognoso affronto ad una categoria, come quella dei poliziotti, oppressa da continui tagli. Si può leggere che “i poliziotti guadagnano mediamente 1500 euro al mese, che raggiungono faticosamente includendovi l’indennità di servizio esterno, i turni festivi e notturni e qualche ora di lavoro straordinario, quando viene pagata”.

Ma, ciò che colpisce di più, sono le seguenti parole, anche in relazione alla pericolosità dei lacrimogeni in dotazione alla polizia e nascosta dagli stessi parlamentari: “Viene voglia di venire sotto Palazzo Madama e Montecitorio e spararvici all’interno i nuovi lacrimogeni in dotazione, così si coglierebbero due piccioni con una fava, ovvero si otterrebbe lo sgombero immediato di certi ristoranti da politici mediocri e si testerebbero su quest’ultimi gli effetti dei nuovi artifici lacrimogeni in dotazione alle forze di Polizia, la cui lesività nonostante le numerose interpellanze parlamentari, è sempre stata tenuta nascosta da Lor Signori