Il mare negato: Bacoli,Villa Ferretti e i diversamente abili

0
146
handicap-signs-left

Con il progetto Napolitano,così definito per l’appoggio incondizionato del Presidente della Repubblica, un peschereccio e una spiaggia di Bacoli sono stati sequestrati alla camorra e prestati a una Onlus che si occupa di bambini disabili. Fino all’anno scorso:  bambini normalmente discriminati per l’assenza quasi totale di attenzione da parte delle amministrazioni hanno potuto trascorrere una felice estate,grazie ad un gruppo di cittadini che ha organizzato mini-crociere ed  escursioni.

“Tutti a scuola” è l’associazione di genitori nata per sostenere i minori disabili e con l’uso della barca attraccata al molo di Villa Ferretti ha consentito loro di godere di un pezzo di mare.

Quest’anno non sarà possibile perchè per il sindaco di Bacoli l’accesso al mare è impedito da un cantiere non ancora nemmeno aperto.

 Villa Ferretti fu sequestrata nel 1995 al braccio destro del boss camorristico Rosario Pariante, in seguito capo del gruppo di fuoco del clan Di Lauro a Scampia.

Per una tipologia di popolazione già vulnerabile e troppo spesso discriminata appariva l’utilizzo  ideale,ma lo scontro tra i cittadini e l’amministrazione non ha ancora trovato una soluzione.

“Questa è una storia a cui manca il lieto fine – sostiene  Nocchetti di ‘Tutti a scuola’ – perché non si riesce a comprendere che per questi bambini e per i loro familiari questa opportunità è l’ opportunità. Quale migliore utilizzo potrebbe essere riservato a Villa Ferretti e alla sua spiaggia se non quello dello scorso anno? Ma a queste domande non ci sono risposte razionali”.

Sembra davvero che  la ragione non sia più  di questo mondo:ma se non dai dirigenti di un paese a tutti i livelli da chi  si deve pretendere protezione e in particolare per i più deboli? L’assurdità è che la domanda così formulata sembra ridicola,persino risibile…mentre i diritti umani vengono calpestati,l’arroganza dilaga!e il mondo inesplorato dell’emarginazione continua a trovare adepti soprattutto nella gente comune,lasciata sola ad affrontarla…e ai dirigenti a demolirne gli sforzi!