Napoli elezioni 2011- La mia candidatura

0
72
LogoSinistraEcologiaLibert

“Perché mi candido e perché lo faccio con Sinistra Ecologia e Libertà?


La storia della mia candidatura al Comune di Napoli nelle liste di Sinistra Ecologia e Libertà è iniziata non molto tempo fa, quando insieme ad un gruppo di  compagne e compagni,lavoratori del Comune di Napoli, abbiamo deciso di fondare un circolo di Sinistra Ecologia e Libertà per tutti i dipendenti di questa amministrazione.

Tale iniziativa ha rimesso in gioco la politica fatta dal basso, da chi il Comune di Napoli lo conosce davvero ed ha riscosso un buon consenso che si è concretizzato in un’affollata assemblea con Libero Mancuso, in occasione delle primarie.

 Da questa prima esperienza è scaturita  la proposta  delle compagne e dei compagni del circolo: “candidiamo Danilo Criscuolo nella lista di SEL per il rinnovo del Consiglio Comunale di Napoli”.

Una provocazione, una sfida, un modo per dire: ci vogliamo essere anche noi!

Io ho accettato;  l’ho fatto con gioia, con orgoglio e con senso di responsabilità.

E ho accettato per questi motivi:

–          Perché è giunto il momento di portare le ragioni profonde del disagio dei lavoratori del Comune di Napoli nella sede più appropriata, di ridiscutere di diritti e doveri dei lavoratori, di rivendicare l’orgoglio di essere lavoratori del pubblico.

–          Perché chi mi conosce sa che ho sempre perseguito una linea di coerenza tra fatti ed affermazioni,  così come le compagne ed  i compagni che mi hanno proposto  per questa avventura. Un gruppo che si è aggregato intorno al progetto di Sinistra Ecologia e Libertà, ri-scoprendo la voglia di impegnarsi e di fare politica, insieme.

–          Perché, dopo anni di lavoro all’interno del Comune, mi sono sempre più chiare le ragioni per le quali questa amministrazione non funziona: essa continua a sprecare laddove dovrebbe tagliare privilegi e concessioni, e taglia invece in quei settori indispensabili a tutti  i cittadini per vivere dignitosamente.

–          Perché lavorare per la propria comunità è bello ed appagante e credo che sia necessario un radicale rinnovamento del rapporto tra istituzioni e cittadinanza: le prime devono riavvicinarsi agli utenti affinché questi possano facilmente accedere ai servizi, erogati da  una amministrazione comunale che rappresenti e difenda i diritti dei cittadini, li aiuti quando necessario, e che non sia invece un ostacolo burocratico ottuso e sordo.

–          Perché credo che sia necessario mettersi a disposizione, proprio quando la battaglia sembra più dura e la vittoria più difficile; è arrivato il momento in cui le persone comuni, gli uomini qualsiasi come me, quelli che però credono fortemente  nei valori della democrazia e della partecipazione, che ancora sperano che partecipando si possa  cambiare qualcosa, devono mettersi in gioco.

–          Perché sono un sognatore, ed immagino di poter fare tante cose, piccole o grandi che siano, per i miei concittadini e per i miei compagni di lavoro.

–          Perché credo in questa città e nei suoi abitanti, credo che cambiare sia possibile e tentare di migliorare sia doveroso per tutti, in primis per la classe dirigente.

–          Perché ogni giorno vedo con i miei occhi, tocco con le mie mani, sento nei racconti dei miei figli le cose che non vanno, i soprusi dei forti sui deboli, gli (orrori) errori di un’amministrazione incompetente e menefreghista, il degrado di strade, scuole e palazzi, l’inefficienza dei servizi.

Danilo Criscuolo

 

Concordo con le motivazioni di Danilo..anch’io da anni sia nel pubblico(per il lavoro che svolgo..assistente sociale,giudice onorario al Tribunale minori ed esperta in mediazione familiare,tutto nel pubblico e quindi sottopagata!)che nel privato mi dedico al cambiamento. Questa volta  mi è stato chiesto un contributo in più..candidarmi nella VI municipalità.. e proverò a fare quello che posso come sempre…benchè la logica della politica è sempre stata altro dall’idea che ne ho io..occuparsi con giustizia e altruismo dell’interesse della collettività….

Roberta Iorio

Ci vediamo venerdì 29 aprile, alle 16.30 presso la sala Giorgio Nugnes (ex sala multimediale) del Consiglio comunale  in via Verdi per discutere, insieme, le proposte del Circolo di  SINISTRA ECOLOGIA e LIBERTA’