Torino: inizia il maxi processo per il caso Eternit nel Monferrato

0
33
stalattiti amianto

 

Questa mattina a Torino è finalmente iniziato il maxi processo contro il magnate svizzero Stephan Schmidheiny e il barone belga Jean Loui De Cartier De Marchienne. Tutti attendono con ansia il verdetto di primo grado per l’inchiesta Eternit di Casale Monferrato.

Già dalle prime ore del mattino, davanti il Tribunale, oltre ai parenti delle vittime, si sono radunate numerose persone provenienti da tutta Italia ed anche alcune delegazioni provenienti da altri paesi europei ed americani.

Ben 15 sindaci della zona del Monferrato sono entrati, con indosso la fascia tricolore, nell’aula del Palazzo di giustizia di Toirno in attesa della lettura del dispositivo, che durerà all’incirca fino a metà mattinata.
Giorgio Demezzi, sindaco di Casale Monferrato, ha dichiarato alla stampa che sono necessarie “condanne esemplari per entrambi gli imputati. La nostra comunità ha pagato un pesante tributo in termine di vite umane e soltanto una condanna esemplare potrà fare in modo che certe lavorazioni non si ripetano e che le generazioni future non debbano soffrire quanto i nostri concittadini stanno soffrendo nel corso di questi anni”.