Maxi sequestro di cibi scaduti

0
79
pesce-avariato1

 

I carabinieri, con l’operazione denominata “Jingle Bells”, hanno condotto diverse ispezioni e controlli di qualità sia in aziende addette alla produzione che in quelle addette alla vendita. L’operazione ha portato al sequestro di oltre 250 tonnellate di cibo scaduto, soprattutto di dolci, pesce e carne. Per la precisione sono stati sequestrati 15 tonnellate di dolci natalizi, 60 tonnellate di legumi e 50 tonnellate di pesce.

Le aziende sottoposte al controllo sono state circa 1500 in tutto il paese, di queste 452 sono state multate perchè ree di diverse violazioni e ben 39 sono state proprio chiuse. Salerno i carabinieri hanno trovato 15 tonnellate di cioccolata, torroni e frutta secca in pessimo stato di conservazione e 50 tonnellate tra astici, anguille, orate, capitoni e mitili di provenienza sconosciuta, a Bari hanno sequestrato 7 tonnellate di anguille vive che erano tenute in condizioni igieniche assurde, a Caserta 20 tonnellate di liquori e dolci,Perugia hanno fatto chiudere un’azienda specializzata nella lavorazione di legumi sequestrandone una quantità per un valore di 500 mila euro, mentre a Bologna 250 chili di preparazioni gastronomiche e 750 chili di carne.

I controlli hanno riguardato anche giocattoli ed oggettistica pericolosa. Sono stati sequestrati in un capannone di Cagliari ben 170mila giocattoli, 20mila luci natalizie e 20mila oggetti di vario tipo provenienti dalla Cina.