Il Consiglio di Stato dà il via libera ai trasferimenti dei rifiuti campani.

0
48
02_copy

Oggi è stata depositata la sentenza che sospende la decisione del Tar del Lazio con cui erano stati fermati i trasferimenti fuori regione dei rifiuti tritovagliati degli Stir (Stabilimenti di Tritovagliatura ed Imballaggio Rifiuti – gli ex Cdr) campani.

I magazzini oramai sono al limite e quasi al collasso. Con tale provvedimento sarà possibile riprendere i trasferimenti, che però il disegno di legge varato dal governo aveva previsto solo con accordi tra le Regioni, e sarà quindi possibile ripristinare la ricezione della spazzatura ” tal quale ” raccolta nelle strade.

Il Consiglio di Stato sostiene che «nei limiti della cognizione sommaria caratteristica della presente fase cautelare, appaiono prevalenti le ragioni di favorire lo smaltimento dei rifiuti derivanti da tritovagliatura» e «appare altresì da riconsiderare l’interpretazione data dal primo giudice in ordine alla caratterizzazione di rifiuti speciali e alla libera contrattazione di cui alle norme costituzionali e comunitarie».

rifiuti3_copy_copy

“Oramai – come denunciano il commissario regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli ed il consigliere provinciale del PD Livio Falcone – siamo arrivati a 22mila tonnellate di rifiuti per le strade di Napoli e Provincia. Anche il centro di Napoli è invaso dai sacchetti. Questa emergenza è infinita. Non resta altro che bagnarli e disinfettarli per diminuire il cattivo odore e la proliferazione di insetti e topi. Drammatica la situazione a Quarto, Pozzuoli, Castellammare, Melito, Casoria, Afragola e Giugliano”.

18 luglio 2011