Flop di listaouting, il sito che prometteva di pubblicare i nomi di politici gay omofobi.

0
37
listaouting

Ore 9.48, il sito http://listaouting.wordpress.com rilascia, come promesso, i nomi di fantomatici politici omosessuali, omofobi.

Sembra una contraddizione ma a quanto riferisce il sito le personalità pubblicate sarebbero si, omosessuali, ma avrebbero al contempo firmato contro la legge sull’omofobia.

Spiccano nomi come CALDEROLI, GASPARRI, FORMIGONI.

Purtroppo però, questa rivelazione lascia l’amaro in bocca in quanto, nonostante la promessa mantenuta, i nomi non vengono sorretti da fatti, prove o evidenze, nemmeno l’ombra di una foto sfocata.

Risulta così troppo semplice poter dire qualcosa su Tizio o Caio, sopratutto quando si è dietro anonimato e non si sente la necessità di motivare le proprie parole.

Oltretutto su Calderoli già qualche anno fa (2005) girò un’intervista alla moglie la quale negava l’omosessualità del marito, lasciandosi però il beneficio del dubbio. Visto così sembra essere più un elenco del “sentito dire” che un qualche dato concreto.

Ecco comunque l’elenco che pubblichiamo solo per completezza.

1.    FERDINANDO ADORNATO
2.    MARIO BACCINI
3.    PAOLO BONAIUTI
4.    ROBERTO CALDEROLI
5.    MASSIMO CORSARO
6.    ROBERTO FORMIGONI
7.    MAURIZIO GASPARRI
8.    GIANNI LETTA
9.    MARCO MILANESE
10. LUCA VOLONTE’
Non è possibile chiedere delucidazioni in quanto anche i commenti sono bloccati.
Questa, invece, è l’introduzione al sito che per giorni ci ha accompagnato e nutrito di false speranze.

“Disponiamo dei nominativi di una decina di alti prelati, di altre personalità del mondo dello spettacolo e della tv. Abbiamo deciso di iniziare con questi primi dieci nomi per far comprendere chiaramente come nel Parlamento italiano viga la regola dell’ipocrisia e della discriminazione. I politici di cui conosciamo le vere identità sessuali – spiega la homepage del blog – sono molti altri, presenti in tutti i partiti, per ora ci limitiamo a pubblicare un estratto di quelli appartenenti ai partiti che hanno votato contro la legge sull’omofobia”.

Vedremo.