Giappone in allerta per l’arrivo di Roke

0
112
roke_copy

In giappone sale sempre di più l’allerta per l’arrivo del tifone Roke, il cui arrivo è previsto nella giornata di domani. Sono circa 400 mila le persone che secondo le autorità giapponesi dovrebbero evacuare le loro case, nelle zone che dovrebbero essere tra le più colpite, prima dell’arrivo del tifone.

In effetti, come precisa l’agenzia di stampa giapponese Jiji, l’evacuazione non è obbligatoria perchè il tifone, che sta in queste ore sta attraversando le isole Ryukyu con forti piogge torrenziali e venti violenti, sta scemando in intensità declassandolo a tempesta tropicale. Risulta attualmente di Categoria 3, e il suo movimento verso NNE farà si che colpirà il Giappone centro-orientale entro Mercoledì, quando oramai sarà declassato a Categoria 1, ma in grado di determinare comunque molte avversità atmosferiche e danni ingenti, soprattutto se si considera l’elevata concentrazione demografica dell’area.

Questi sono gli ultimi dati relativi a Roke:
MINIMO BARICO: 970mbar
VENTI: 190km/h
RAFFICA MAX: 240km/h
PIOGGIA/24 ORE: circa 330mm con un rain rate superiore ai 30mm/h, quindi molto intens
DIAMETRO: 747km
EVOLUZIONE: verso Nord ad una velocità di circa 15km/h.

Sulla regione di Kinki, a partire da stasera, per 24 ore, si prevedono rovesci di pioggia intense con accumuli al suolo fino a 150 mm. Sull’area meridionale di Kyushu e Shikoku fino al al pomeriggio di oggi, si prevedono piogge di intensità fino a 50/80 millimetri all’ora, per un totale di 250 millimetri in 24 ore, mentre Kyushu e la regione di Chugoku potranno rilevare anche 150 millimetri in quel periodo.

Il governo nipponico comunque rimane in stato di allerta per evitare potenziali disagi. Infatti a preoccupare è la situazione delle dighe che, a sole due settimane di distanza dal tifone Talas (che ha portato alluvioni, frane e numerose vittime), hanno già ricevuto ingenti quantitativi di acqua durante il suo passaggio.

02f8f3838f2866c4432beba972d10ce9_roke_copy_copy_copy