Ylenia Carrisi è viva. Parla il fratello Yari

0
82
albano01gra

Nel lontano ’94 Ylenia Carrisi, figlia di Al Bano e Romina Power, annegava nelle acque del fiume Mississipi (Missuori). Questo l’epilogo di un’estenuante ricerca durata diversi mesi. Della ragazza non venne trovata alcuna traccia.

Fu il fratello a divulgare la notizia della scomparsa. Il ragazzo pensò di farle una sorpresa passando a trovarla negli States, ma non riuscì mai ad incrociarla. Oggi, a distanza di 17 lunghe primavere, Yari (38 anni), decide di fare suo il microfono ed esprimersi in merito alla faccenda: “Io sono aperto, penso ancora che Ylenia possa essere in giro. Non credo per niente a quella storia che si sono inventati del fiume che fa buchi da tutte le parti”.

Il giovane sente forte chiaro che la sorella è ancora viva, da qualche parte sparsa nel mondo. D’altronde, è anche vero che la teoria dell’annegamento non fornisce prove schiaccianti circa la presunta morte della donna. Yari conclude il discorso così: “Molte volte ci son arrivate notizie e io son partito subito: sono andato a Panama, sono andato in giro a seguire queste indicazioni, queste tracce“.

Sul fatto si son abbattute un’infinità di tempeste mediatiche, tant’è che la famiglia Carrisi è apparsa spesso disorientata. L’ultima risale a qualche giorno fa. Secondo quanto riportato dalla stampa tedesca, Ylenia vivrebbe presso un convento di fede ortodossa, in Arizona. Lo ha rivelato il capo della polizia di New Orleans, Warren J. Riley. Al Bano, vistosamente infastidito, ha smentito tutto in maniera categorica. Sta di fatto che la ragazza mai è stata ritrovata e tutto potrebbe ancora essere.