Melania Rea, ascoltati due militari. Tra loro il complice?

0
45
melania-rea-carmela

Proseguono le indagini sull’assassinio di Melania Rea: Salvatore Parolisi, marito della vittima, ormai in prigione dallo scorso 19 luglio, avrebbe avuto un complice per eventuale concorso d’omicidio e vilipendio di cadavere.

Il caporal maggiore, secondo le indagini, ha tolto la vita alla moglie, coinvolgendo nella faccenda una terza persona che si sarebbe occupata in un secondo momento di deturpare la salma per depistare le investigazioni.

Negli ultimi giorni sono stati ascoltati in Procura di Teramo due soldati del corpo militare in cui operava Parolisi. Uno di loro potrebbe rivelarsi suo complice, lo stesso il cui apparecchio cellulare s’aggangiò alla cella che copre il Boschetto delle Casermette il giorno successivo alla morte della donna. L’altro militare, a detta della Procura, in teoria è identificabile come quell’amico a cui Parolisi chiese di non rilevare i propri intrallazzi extraconiugali.

I due soldati sono stati ascoltati senza l’intervento dei rispettivi legali. Al momento risultano essere semplici testimoni dei fatti, nulla più. Si attende intanto di sentire l’interrogatorio alla soldatessa Ludovica, amante del caporal maggiore.