Kamikaze di 15 anni fa esplodere moschea in Pakistan

0
38
moschea-110819115750_big

Questa mattina nella moschea Jamea Nasjid di Jamrood situata nel territorio tribale della Khyber Agency, nel Pakistan nord-occidentale alla frontiera con l’Afghanistan, è esplosa una bomba. Vari testimoni oculari hanno riferito che un ragazzino di circa 15 anni è entrato nella hall dell’ingresso e lì si è fatto esplodere. Alcune parti dell’edificio sono crollate. Al momento dell’esplosione nella moschea c’erano circa 500 fedeli impegnati nella preghiera del venerdì. Secondo un bilancio provvisorio ne sono rimasti uccisi 50 e più di 100 risultano i feriti, alcuni anche in modo grave.

Le forze di sicurezza hanno isolato l’area permettendo l’accesso solo ai mezzi di soccorso, ma il problema è che nella zona non ci sono strutture sanitarie sufficienti a far fronte all’emergenza.

Si tratta del secondo attentato di questa settimana, difatti dopo il 14 agosto nella provincia di Baluchistan un’altra bomba fatta esplodere in un albergo aveva causato 11 morti.