Italiana assassinata a New York: identificata l’ultima persona che le ha parlato

0
41
rita

 

Rita Morelli aveva 36 anni ed è stata uccisa mercoledì sera (giovedì in Italia) nel suo appartamento di New York. Era originaria di Pescara, ma abitava nell’East Harlem da 5 anni, dove frequentava l’Hunter College. Da giorni non si avevano notizie su un eventuale assassino, ma oggi si è riusciti ad identificare l’ultima persona con cui stava parlando prima di entrare nel suo appartamento.

“E’ stata identificata la persona con cui Rita stava parlando prima sul marciapiede e poi all’interno della palazzina” ha detto Giorgio Morelli, il cugino della donna. “Ora si procederà ai dovuti accertamenti e all’esame del Dna. Se è stato lui ad ucciderla adesso ha le ore contate, se invece non è stato lui, bisognerà ripartire da zero. Comunque avere identificato questa persona dopo tre giorni è un grande passo avanti”.

Rita, secondo le autorità newyorkesi, è la prima italiana da più di 20 anni che viene uccisa a New York.
“L’ha uccisa un sogno: il sogno americano” ha dichiarato il fratello Giuseppe. L’identikit della polizia sarebbe quello dell’ultima persona vista insieme a Rita Morelli da una vicina di casa. “E’ stata vista parlare con un ragazzo, un tale Carlo, forse un brasiliano da una vicina del secondo piano della casa di East Harlem dove Rita viveva” rivela Giuseppe. “Un’abitazione che per ironia della sorte è a due passi dal Commissariato e davanti ad una scuola materna. Se è stato lui, con il dna si verrà a sapere subito, questo mi dicono da New York e quindi lo prenderanno”.