Equitalia, esplode pacco bomba

0
78
equitalia

E’ esploso a sorpresa un pacco bomba presso l’agenzia Equitalia sita in via Andrea Millevoi, in sede capitolina. Nello scoppio è rimasto coinvolto il direttore della sezione di Cecchignola. L’uomo riporta gravi ferite alla mano.

Secondo gli esperti non si tratterebbe di un episodio singolo, bensì di una vera e propria ‘campagna natalizia’ messa in moto da alcuni gruppi anarco-insurrezionalisti.

L’attentato di oggi, in potenza, potrebbe essere solo il secondo di una lunga serie. Si legge nel reportage che ‘non è da escludersi l’invio di altri plichi esplosivi. L’allerta è massima‘.

Le autorità stanno cercando di ricostruire l’ipotetico piano messo in atto. L’ipotesi suggerisce che l’ordigno esploso oggi sia in qualche modo collegato al pacco bomba indirizzato a Josef Ackermann, ad della Deutsche Bank. Il consegno deflagrante era stato richiesto dalla Federazione anarchica che, in una lettera, aveva peraltro annunciato la spedizione di altri tre dispositivi.

Un esponente della sicurezza rivela: “I pacchi potrebbero essere realmente tre o anche più, sia in Italia che all’estero. Sono molto più che atti dimostrativi. Si mira a fare male. Non è un caso che il periodo scelto sia quello attuale, con la crisi economica in atto che può finire per esacerbare gli animi, favorendo il malcontento e attivando circuiti perversi“.