Canicattì, 24 enne ferito alla testa col cacciavite

0
73
OSPEDALE

Succede nel piccolo comune siculo di Canicattì, in provincia di Agrigento: un giovane minorenne (17 anni) colpisce alla testa con un cacciavite un 24 enne, riducendolo in condizioni assai pietose.

La vittima, Calogero Giardina, è attualmente ricoverato all’ospedale di Sciacca in prognosi riservata. I medici sono tutt’altro che ottimisti. Non si sa ancora se il ragazzo sopravviverà.

La lite s’è scatenata nei pressi di un bar di Via Vittoria: i due hanno cominciato ad azzuffarsi per una ragazza. La giovane donna in questione, ex fidanzata dell’attentatore, pare stesse frequentado la vittima. Venuto a conoscenza della cosa, il minorenne ha chiesto di ottenere chiarimenti da Giardina, invitandolo ad uscire fuori il locale.

E’ presto fatto: una parola tira l’altra e il giovinastro gli pianta un cacciavite in testa spedendolo in terapia intensiva. Il colpevole è poi scappato in preda al panico, salvo poi essere stato rintracciato dalla polizia che lo ha indotto a confessare. E’ stata ritrovata l’arma dell’aggressione sporca del sangue della vittima. Il ragazzo è in arresto per tentato omicidio presso il carcere minorile Malaspina di Palermo.