Blocco tir: a Napoli chiudono i distributori per esaurimento benzina. Ucciso un autista

0
23
blocco tir

Il Prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro ha deciso lo stop degli assembramenti dei tir agli ingressi autostradali della città: “Possono creare impedimenti alla circolazione stradale e comprometterne la sicurezza e interrompere un servizio pubblico”. L’ordinanza vieta anche la circolazione all’interno del raccordo anulare e in tutte le strade che accedono alla capitale.
L’ordinanza del prefetto lascia intendere che il governo non ha intenzione di rimanere a guardare. E lo conferma anche  la Commissione Europea. In una nota della stessa si può leggere: “Il ministro italiano degli Interni, Anna Maria Cancellieri, ha assicurato al vicepresidente della Commissione europea Antonio Tajani, in una telefonata, che il governo italiano intraprenderà tutte le misure necessarie per porre fine ai blocchi”.


 

Intanto, durante le proteste, un autista di un tir è stato ucciso perché travolto da un collega. Secondo le prime testimonianze l’uomo si trovava con una decina di colleghi sulla statale 10 di Asti ed è stato investito da una collega tedesca. Sono in corso gli accertamenti sull’incidente, confermato dal Trasporto Unico, l’organizzazione sindacale che ha iniziato la protesta.
A Napoli gli scioperi continuano a creare disagi, anche se la situazione è migliorata al casello di Napoli est, sulla SS 7 bis e sulla A 30 Palma Campania-Nola. È autorizzata la circolazione dei mezzi che trasportano persone e dei mezzi commerciali entro i 35 q. È stato fondamentale l’intervento delle Forze dell’Ordine che hanno ridotto le manifestazioni anche minacciando sanzioni che arrivano fino a 10mila euro e l’eventuale sequestro del mezzo.

Stanno riscontrando gravi disagi anche gli operatori dell’Asia e le forze dell’ordine si stanno attivando per permettere loro la regolare attività di conferimento dei rifiuti.
Intanto, la gente si affolla ai distributori di benzina e nei supermercati perché si teme l’esaurimento delle scorte. Nei quartieri ovest della città, Fuorigrotta, Soccavo, Pianura, quasi tutti i distributori sono chiusi e i distributori della tangenziale non erogano più benzina.

Mimmo Filosa, presidente dell’Unipan, associazione panificatori campani ha dichiarato che Blocco “stiamo facendo scorte di grano e nafta  per poter garantire la produzione per due-tre giorni. Dopo se non arriveranno rifornimenti ci sarà lo stop totale”“.
Negli ultimi minuti gli ultimi distributori che avevano ancora benzina stanno chiudendo, come quello di via Altamura al Vomero.