Ancora 1000 tonnellate di rifiuti a Napoli

0
42
ee08416a-2379-11dd-abd0-15cdc413f2de

L’Asia, l’azienda preposta alla raccolta e al mantenimento dell’igiene del comune di Napoli continua ad avere problemi nella raccolta dei rifiuti e rimarca il fatto che in giacenza ce sono ancora oltre 1000 tonnellate.

Il presidente Raphael Rossi spiega che non si riesce ancora a normalizzare la situazione perchè i siti che ora sono attivi per i conferimenti restano solo Giugliano, Caivano e Tufino e che : «Ci sono difficoltà con i conferimenti che sono lentissimi, abbiamo molti mezzi in coda e non riusciamo a sfondare il muro delle mille tonnellate».

 lapr_14543882_40220_copyIl sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha dichiarato che : «In merito al tema della raccolta differenziata porta a porta, non esiste nessun balletto di cifre e nessuna smentita di quanto dichiarato dall’amministrazione comunale nelle scorse settimane. Come abbiamo sempre detto, l’obiettivo del 70% entro sei mesi dall’avvio del progetto è infatti alla nostra portata, come ratificato dal piano firmato col ministero dell’Ambiente e con il Conai, e come testimoniato dal fatto che laddove la raccolta differenziata porta a porta è già partita, il 70% è stato raggiunto». Il problema che ancora sussiste nell’ estendere la raccolta differenziata porta a porta a tutto il Comune è come sempre la mancanza di fondi, ed è per questo che è stata sottoposta la richiesta alla Regione e al Governo di un accesso diretto ai fondi Fas e comunitari per realizzare gli impianti necessari. «Dove non ci sarà la raccolta differenziata porta a porta, comunque saranno predisposte isole ecologichemobili per consentire a tutti i cittadini di partecipare alla rivoluzione ambientale, la stessa che abbiamo avviato pur dovendo affrontare contestualmente un’emergenza ereditata dal passato come quella dei rifiuti in giacenza per strada».