71enne uccide per uno sputo durante una lite stradale. Indagato per omicidio

0
35
motociclista-investito-294x217

A Milano, il 25 luglio tra via Palestrina e via Andrea Doria, un ragazzo di 35 anni è morto per una lite stradale. Si chiamava Alessandro Mosele e, durante una accesa discussione con un pensionato di 71 anni, ha reagito sputandogli contro. L’anziano, Vittorio Petronella, non è rimasto a guardare e ha messo in atto un’azione davvero drammatica. Dopo l’accaduto, ha inseguito il giovane con la sua auto e lo ha travolto. Mosele, caduto e rimasto aggrappato alla targa di Petronella, è stato investito dal 71enne che nel frattempo ha accelerato per liberarsi dell’ “ingombro”. Non contento, Petronella, una volta staccatasi la targa, ha fatto retromarcia e ha travolto nuovamente il ragazzo. L’anziano uomo ha anche accelerato contro una donna rumena che aveva assistito all’accaduto, colpendola ad una gamba.

Mosele, padre di una bambina, non ce l’ha fatta. È morto arrivato in ospedale, mentre i passanti bloccavano Petronella per impedirgli di fuggire.

Quest’ultimo, durante l’interrogatorio di garanzia, ha dichiarato di aver inseguito il motociclista solamente per parlargli e che Mosele fosse caduto dalla moto proprio davanti alla sua auto. Il pm Antonio Sangermano ha anche ascoltato altre 4 testimonianze tra loro concordanti e ha disposto il giudizio immediato eliminando l’attenuante della provocazione.
Ora spetterà al gup Donatella Banci Buonamici procedere con il giudizio.
È scelto il procedimento con rito abbreviato, che concede lo sconto di un terzo della pena.