Piazza Affari altalenante in apertura. Cala lo spread

0
86
piazza-affari

 

All’apertura dei mercati stamattina Piazza Affari ha avuto un leggero avvio positivo subito rientrato, dopo circa un’ora e mezza, portandosi dapprima su livelli di parità, per poi entrare in terreno negativo. l’indice Ftse Mib segna una crescita dello 0,32%, l’Ftse All Share un aumento dello 0,24%. Nel paniere a elevata capitalizzazione, prosegue il rimbalzo di Finmeccanica (+4,13%) mentre la controllata Ansaldo Sts cede l’1,22%. Bene tra le banche Bpm (+3,22% a 0,26 euro e quindi sempre sotto il livello dell’aumento di capitale), qualche acquisto anche su Exor (+1,68%), Pirelli (+1,64%) e Fiat (+1,56%). Male Stmicroelectronics (-2,08%), in leggero calo Telecom Italia, che cede 0,68%.

Per ciò che concerne lo spread, il differenziale fra il Btp (6,64%) e il Bund scende a 470 dalla chiusura di ieri di 474, mentre quello fra i Bonos spagnoli cala da 463,8 a 459. In leggero calo anche quello francese, da 155,7 a 154.
Le altre Borse europee hanno avuto una partenza molto positiva, arrestatasi dopo poco a causa della tensione molto alta sui titoli di stato greci.ù
Londra ha aperto in rialzo con l’indice Ftse-100 che sale dello 0,58% a 5.253 punti. Così anche Francoforte e Parigi.

Le borse asiatiche hanno avuto un andamento incerto, poiché gli operatori guardano agli sviluppi della crisi del debito in Europa e alle misure del governo Usa nei confronti del deficit.
L’euro, invece, torna al ribasso a causa della crisi del debito. La moneta europea va sotto quota 1,35 dollari a 1,3457.